mercoledì 24 dicembre 2014

Corsi, libri e dizionari. Qualche consiglio

Come accennato il motivo principale per cui ho voluto aprire questo spazio è mettere a disposizione di tutti gli utenti italiani del materiale per lo studio.
Chi ha iniziato o vorrebbe iniziare a studiare la lingua turca sa che la scelta di libri, corsi e dizionari è molto limitata.
In questo breve articolo vorrei consigliarvene alcuni.




Che siate autodidatti o no, anzitutto vi propongo il bel Corso di Lingua Turca Güle Güle, pubblicato da Hoepli. Si tratta di una preparazione completa dal livello A1 al livello B1 del quadro comune europeo di riferimento delle lingue.
E' stato il primo testo che ho acquistato e, all'epoca, era praticamente l'unico disponibile in italiano. So che ora ci sono diverse pubblicazioni, ma a carattere più pratico (frasari e simili..), quindi penso sia ancora questo il più valido.
Qualche accortezza: il testo in questione è soprattutto universitario. Devo dire che è molto divulgativo, essendoci disegni, esercizi, schemi e cd audio. Però rimane il fatto che si esprime spesso in maniera tecnica e, se non avete alcuna preparazione linguistica, potrebbe inizialmente risultare di difficile comprensione. Io vi consiglio quindi di comprarlo, ma di iniziarlo dopo aver assimilato le basi, anche in maniera del tutto generica, magari avvalendovi del materiale che trovate qui.
Vedrete che vi troverete molto meglio, perché la parte introduttiva di questo testo è scritta in maniera un po' sbrigativa e potrebbe scoraggiarvi!
Lo trovate su Amazon al costo di € 29,75.
ATTENZIONE, nel testo non sono presenti le soluzioni degli esercizi, che potete scaricare in pdf QUI.


Essenziale, tascabile, utilissimo è il testo Lezioni di turco di Fatma Emine Umur.
Si tratta di un manuale che in meno di 100 pagine offre una panoramica completa, facile ed intuitiva della grammatica turca.
 Non è un corso, ma una serie di spiegazioni molto brevi, concise e dirette, accompagnate da altrettanto immediati specchietti.
Io ho trovato molto efficace l'idea di segnare le variazioni vocaliche dei suffissi con un numeretto posto sopra la vocale "cangiante".
Provare per credere, si fa molta meno confusione.
Il costo è di 10 euro, ma vedo che è ora disponibile su Amazon a € 8,50.



Avrete poi certamente bisogno di un dizionario. In Italia troverete soltanto il formato tascabile. Uno di questi, discreto, è quello edito da DeAgostini. Interessante anche quello per studio autodidattico di T&P Books. I prezzi di questi ultimi gravitano attorno ai 15 euro.
Se avete la possibilità, la cosa migliore è acquistare un dizionario Italiano - Turco/ Turco - Italiano direttamente in Turchia, dove avrete certamente una scelta più ampia essendo la nostra lingua abbastanza studiata lì.
Se ve la cavate con l'inglese un'altra buona idea è acquistare un dizionario Inglese - Turco, magari via internet, sempre perché troverete materiale e formati più completi.

Per quanto riguarda i dizionari on-line, vi sconsiglio anzitutto di affidarvi a Google Translate. Dall'inglese al turco, almeno per la traduzione di singoli vocaboli, funziona discretamente, ma dall'italiano è un vero disastro. Rimane comunque uno strumento utile, sempre se tradurrete dall'inglese. Non vi aiuterà a tradurre frasi "originali" (che immancabilmente risulteranno del tutto sgrammaticate), ma possiede un notevole database di espressioni e frasi fatte che potranno comunque servirvi.
Un buon dizionario, disponibile sempre e solo in inglese, è offerto dal validissimo portale WordReference, e lo trovate QUI.

Parlando di corsi online, vi consiglio il bellissimo Manisa Turkish. Si tratta di un portale completo, ma è rivolto specificatamente agli anglofoni, perciò se non avete una buona conoscenza della lingua inglese potrebbe confondervi. QUI il link al sito.
Utile e ben scritto, ma probabilmente non più aggiornato è il blog Türkitalialand, in italiano, che trovate QUI.
Certo non esaustivo, ma facile e immediato, è il videocorso offerto dal canale YouTube Turkish Class.101 . Anche questo in lingua inglese, potrete trovarvi video per apprendere espressioni e dialoghi di uso quotidiano. QUI.
Il noto sito Babbel, offre un corso di turco in italiano, ma è veramente poco più che una raccolta di vocaboli, senza alcuna spiegazione grammaticale. Utile solo per la pronuncia ma, considerando che è a pagamento, direi che è bocciato.

Frequentare un corso reale è sicuramente una buona idea, anche se non in tutte le città sono disponibili. Pensate che persino a Roma mi è stato veramente difficile trovarne uno.
Provate a vedere nelle Università, presso le facoltà di Studi Orientali. Solitamente i corsi offerti sono tenuti da madre lingua e possono rappresentare una validissima alternativa ad un corso privato.
Pochi, ma esistenti, anche gli annunci di ripetizioni e lezioni private. Provate a dare un'occhiata su ebay annunci o simili.
Di solito i corsi sono costosi, ma hanno il pregio di rilasciare un attestato e, sicuramente, di aiutarvi nell'apprendimento grazie al contatto costante con un insegnante madre lingua.

Questi grosso modo i materiali che mi sento di consigliarvi per iniziare a studiare. Qualora ne trovassi di migliori, soprattutto online, ve li segnalerò!

Nessun commento:

Posta un commento